Impianti a carico immediato
Cosa sono gli impianti a carico immediato e quando sceglierli
25 Giugno 2019
Appercchio ai denti: prezzo
Prezzo dell’apparecchio ai denti: da cosa dipende
25 Giugno 2019

3 modi per perfezionare l’igiene orale dei bambini

Igiene orale dei bambini

Come prendersi cura dell’igiene orale dei bambini fin dal primo dentino. 

Non è mai troppo presto per iniziare a pensare all’igiene orale dei bambini. Molti pensano che non sia necessario lavare i denti da latte, invece i denti sani nascono da gengive sane: queste andrebbero, infatti, già pulite da neonati con una salviettina dopo l’allattamento e la pappa.

Quando iniziare a lavare i denti? Semplice, quando spunta il primo dentino. Solitamente verso i 6 mesi è necessario pensare subito all’igiene orale dei bambini. Come? Spazzolando i dentini due volte al giorno con un dentifricio al fluoro, applicandone una piccola quantità (non più di un chicco di riso) su uno spazzolino a setole morbide e unite tra loro.

Regole generali per l’igiene orale dei bambini

– La prima regola generale è quella di abituare i bambini all’igiene orale, che si evolverà in base alla loro età. I genitori dovrebbero quindi prima spazzolare i denti dei figli e poi insegnargli a spazzolare i denti regolarmente e correttamente.

– Per una corretta igiene orale dei bambini ed evitare le carie è necessario pulire i denti dai residui di cibo e placca batterica non solo sulle superfici visibili, ma anche tra gli spazi interdentali (che anzi sono le zone più a rischio).

– Non è il dentifricio che “lava” ma sono le setole che fregano e il filo che raschia ad effettuare la pulizia; il dentifricio protegge solo i denti grazie al fluoro.

– La pulizia dei denti va effettuata ogni giorno, in particolare la sera: la placca batterica durante la notte fa precipitare i sali di calcio della saliva, depositando il calcare e quindi il tartaro, creando infiammazione gengivale.

igiene oraòe bambini

3 modi per perfezionare l’igiene orale dei bambini

1. Spazzolare i denti: verso i 6 mesi d’età basta strofinare i denti con una garzina bagnata oppure con uno spazzolino piccolo. Esistono in commercio due tipi di spazzolino, manuali ed elettrici. Quello elettrico permette di rimuovere più placca, più velocemente e arrivando in zone più lontane. Inoltre, cosa da non sottovalutare, il bambino si sentirà più coinvolto nell’utilizzare uno strumento elettrico, divertente, sicuro ed efficace. Ricordiamo però che allo stesso tempo deve imparare ad usare lo spazzolino manuale. Non bisogna dimenticare poi di sostituirlo quando le setole sono consumate! 

Quando e quanto spazzolare i denti? 2 minuti per 2 volte, mattina e sera, senza dimenticare la lingua per rimuovere i batteri. Con quello elettrico basta applicare la testina in movimento su tutte le superfici.

2. Gomma da masticare: masticare una gomma senza zucchero è uno dei 3 modi per perfezionare l’igiene orale di bambini e adulti. Basta masticarla (all’età giusta) per 20 minuti dopo mangiato. Questa semplice e piacevole abitudine aiuta ad evitare la formazione delle carie, soprattutto quando non è possibile lavare i denti dopo un pasto o lo spuntino. La gomma pulisce le superfici e produce saliva, necessaria alla neutralizzazione dell’acidità, lavando via così molti batteri. Inoltre, grazie al calcio, ai fosfati ed al fluoro, remineralizza le piccole decalcificazioni.

3. Filo interdentale: Dove lo spazzolino non riesce ad arrivare arriva il filo interdentale. Tra i modi infallibili per perfezionare l’igiene orale dei bambini c’è quello di usare regolarmente questo prezioso strumento. Nelle superfici interdentali la pulizia è indispensabile, anzi prioritaria. Meglio insegnare ai propri figli ad utilizzare il filo interdentale quotidianamente (quando saranno in grado) e prima farlo per loro, appena ci sono due denti che si toccano.

Quando e quanto usare il filo? 2 minuti per 1 volta, la sera.