Ortodonzia per bambini Roma

Ortodonzia bambini

Ortodonzia per bambini: l’importanza di fare prevenzione

Anche per i bambini avere un bel sorriso è una necessità che in molti casi non è puramente estetica ma sanitaria: l’ortodonzia infatti cura gli aspetti medici legati ad inestetismi anche gravi dell’apparato dentale. Se state cercando un centro specializzato in ortodonzia per bambini a Roma potete contattarci per prenotare subito una visita per il vostro bambino.

I bambini, come gli adulti, necessitano di cure dentarie che risolvano i problemi legati all’apparato dentale che, la maggior parte delle volte, sono dovuti proprio alla crescita: l’ortodonzia per bambini è proprio la branca ortodontica che si prende cura della salute dei denti dei più piccoli.

L’ortodonzia per bambini, infatti, a differenza di quella per adulti, è di fondamentale importanza nel momento della crescita in quanto, in questo periodo, è più probabile che insorgano problemi legati alla postura, frequenti mal di testa, bruxismo, malocclusione (mancata concisione dell’arcata inferiore con quella superiore) e così via.

È per questo che bisogna considerare l’ortodonzia un’importante formula di prevenzione oltre che di risoluzione ai problemi dei più piccoli.

Al benessere dei denti, infatti, sono legati molti altri fattori ed è bene rivolgersi ai professionisti. L’Istituto Implantologico Italiano è uno dei leader nella ortodonzia per bambini a Roma e da sempre si preoccupa del benessere dei più piccoli: nel 2010 ha dato vita all’iniziativa umanitaria Un Sorriso per l’Infanzia, grazie alla quale si occupa dei bambini orfani fino ai 12 anni che hanno urgenza di ricevere cure odontoiatriche e visite mediche specifiche.

Le cure specifiche dell’ortodonzia rivolta ai bambini

L’ortodonzia per bambini, nello specifico, cura problemi come:

  • Il morso inverso: che avviene quando il bambino mostra un’errata chiusura dei denti.
  • Il morso profondo: che avviene quando l’arcata superiore copre troppo quella inferiore e i molari si chiudono tra loro.
  • Il morso aperto: che avviene quando i denti superiori sono troppo sporgenti e ciò solitamente è causato da uso prolungato di ciuccio, dito in bocca e biberon.

È bene essere consapevoli che l’ortodonzia non ha finalità estetiche ma mediche, atte a restituire una migliore struttura della muscolatura orale. Con questo tipo di ortodonzia specifica per i problemi dei più piccoli è possibile curare anche parti del corpo come la lingua: spesso infatti, è necessario scongiurare l’insorgere di problemi legati alla postura e a diversi movimenti.

l'ortodonzia per bambini a roma

Sapere come funziona l’ortodonzia per bambini a Roma, poi, sarà utile a tutti quelli che vorranno tutelare la salute dei propri figli e affidarsi agli esperti del settore nella Capitale.

Come funziona l’ortodonzia per bambini

L’ortodonzia a Roma nello specifico per bambini ma in generale anche per gli adulti, è quell’insieme di tecniche che lavorano sul ripristinare l’equilibrio tra le varie parti della bocca: denti, mascelle, muscoli, ossa, e a prevenire patologie come i difetti di postura o le cefalee. È una metodologia odontoiatrica che risolve l’allineamento tra le mandibole rendendo la masticazione non problematica al bambino e aiutandolo a digerire bene.

È consigliabile quindi fare il primo controllo già dai 3 anni di vita in su ed osservare i suoi comportamenti quando dorme, osservare il modo di respirare e di masticare e in generale tenere sotto controllo il bambino fin dalle sue prime fasi di vita. Una disarmonia nella crescita legata alla masticazione, alla respirazione e alla deglutizione, infatti, può essere corretta efficacemente solo se intercettata nell’età dello sviluppo.

Ortodonzia per bambini a roma
Ortodonzia per bambini a roma

 

Come prevenire i problemi ai denti dei bambini

Sicuramente avere un punto di riferimento come l’Istituto Implantologico Italiano per l’ortodonzia per bambini a Roma è necessario ed imparare a fare prevenzione per salvaguardare la salute dei nostri figli potrebbe aiutarci a capire cosa accade nell’età dello sviluppo e prendere provvedimenti in tempo.

Come accorgersi quando anomalie nello sviluppo o eruzioni dentali stanno colpendo anche i nostri piccoli? Ce ne accorgiamo perché i loro atteggiamenti cominciano a cambiare: le cosiddette “abitudini viziate” per esempio sono un campanello d’allarme per i genitori e se protratte nel tempo influiscono sulla crescita dei loro denti.

Stiamo parlando dell’uso del ciuccio fino a tre anni, per esempio, della suzione del dito oltre i due anni, o anche del biberon oltre i cinque. Nei bambini più grandi invece, l’allarme può comparire quando mordono la penna compulsivamente, quando mangiano le unghie o portano continuamente oggetti alla bocca.

È compito dei genitori quindi, controllare eventuali disagi nella respirazione, nella fonazione o nella postura della bocca e delle mascelle che potrebbero influire sul cattivo sviluppo del loro apparato stomatognatico.